L inspiegabile miracolo del cervello di un bambino

L’inspiegabile miracolo del cervello di un bambino. La storia di questo bambino è un vero miracolo. La sua storia ha sconvolto i medici e il mondo intero, ma quello che gli è successo è stato definito un vero miracolo.

Questa è una foto del piccolo Noè pochi istanti dopo la sua nascita. Ma partiamo dall’inizio. Quando sua madre Shelley è andata da un ginecologo. Già all’inizio della sua gravidanza, i medici hanno trovato la patologia nel feto.

Le è stato detto che il bambino non aveva un cervello e che se fosse nato vivo, avrebbe avuto serie complicazioni e la sua vita non sarebbe stata lunga.

Tuttavia, la coppia di genitori inglesi, Shelley e suo marito Rob, decisero che non avrebbero interrotto la gravidanza e che qualunque bambino fosse nato, lo avrebbero accudito e adorato.

La gravidanza è andata bene, ma mentre procedeva, i medici hanno scoperto che il cervello del bambino era solo il 2% del normale 100%. ed il bambino era completamente destinato a morire.

Ma Shelley ha dato alla luce il bambino. Poco dopo, però, iniziò ad accadere qualcosa di incredibile, che portò i medici a descrivere quanto accaduto come un vero miracolo.

Sì, infatti, il piccolo Noah è nato con solo il 2% di cervello sviluppato, ma improvvisamente intorno al suo terzo compleanno, i suoi genitori hanno deciso di portarlo dai neurologi in Australia.

L’inspiegabile miracolo del cervello di un bambino

Lì scoprono che il cervello del bambino era compresso da qualcosa e quindi non cresceva ed era possibile in determinate circostanze recuperarlo.

I medici hanno trovato una crepa nella sua spina dorsale. Ha subito un intervento chirurgico per avere uno shunt:

una connessione o anastomosi tra due canali naturali, il più delle volte tra vasi sanguigni, che porta alla miscelazione dei flussi che li attraversano. È spesso usato nel contesto del sistema circolatorio – shunt cardiaco, shunt artero-venoso, ecc.).

Ed ecco il miracolo: poco dopo, il cervello di Noah ha iniziato a crescere e subito dopo l’operazione ha raggiunto l’80%.

Ora il bambino mangia da solo, parla e ha recentemente imparato a nuotare.

Sta ancora imparando a camminare da solo, ma i suoi genitori sono fermamente convinti che si stia già sviluppando come un bambino normale e presto sarà con lo sviluppo di un normale bambino di 6 anni.

Vai alla Pagina Facebook di ondasana.altervista.org

Visita il Canale video di ondasana.altervista.org su YouTube

Visita il profilo Pinterest di ondasana.altervista.org

Vai al Profilo Linkedin di ondasana.altervista.org

Visita il Profilo Instagram di ondasana.altervista.org

Vai al Profilo Twitter di ondasana.altervista.org

Le notizie di attualità su ondasana.altervista.org